Dott. De Giorgi Maurizio
  • Cardiologo

    Cardiologo

    Cardiologo

  • Ecocardiografia Bidimensionale

    Ecocardiografia Bidimensionale

    Ecocardiografia Bidimensionale

  • Ecocardiografia Colordoppler

    Ecocardiografia Colordoppler

    Ecocardiografia Colordoppler

Ecocardiogramma

Cos'è?

Ecocardiografia

L'ecocardiogramma è un esame basato sull'impiego degli ultrasuoni (suoni con frequenze elevatissime, non udibili dall'orecchio umano), che permette la visualizzazione dell'anatomia cardiaca e di studiare il cuore in azione.

 

 

 

 


Come funziona?
Un fascio di ultrasuoni, emesso da una sonda poggiata sulla superficie del torace penetra nei tessuti e raggiunge le strutture cardiache. Sfruttando le leggi fisiche della riflessione e rifrazione gli ultrasuoni di ritorno dai tessuti vengono captati dalla stessa sonda e rielaborati in modo da fornire immagini, dalle quali si possono trarre utilissime indicazioni sull'anatomia, sul funzionamento e sullo stato di salute del cuore in esame.

A cosa serve?
Consente di esaminare la morfologia delle strutture cardiache (pareti, valvole, cavità) e di studiare il funzionamento del cuore in movimento, rilevando eventuali anomalie.

Quando si esegue?

Le indicazioni ad eseguire un ecocardiogramma sono molte estese poiché fornisce informazioni preziose sia sulle strutture che sulla funzioni del cuore. Gran parte delle patologie cardiache trovano indicazione all'ecocardiografia.
Si esegue quando serve una:
• valutazione qualitativa e quantitativa delle malattie delle valvole cardiache,
• valutazione del movimento delle pareti cardiache e sue anomalie,
• valutazione delle cardiopatie congenite,
• valutazione del danno miocardico in malattie ed elevato interesse sociale ed a notevole incidenza della popolazione: ipertensione arteriosa, infarto del miocardio, diabete, ecc...,
• valutazione degli esiti di un intervento operatorio correttivo nelle cardiopatie congenite o acquisite,
• valutazione delle protesi valvolari.
• diagnosi di tutte le malattie cardiache in gravidanza con possibilità anche di diagnosi intrauterina di gravi cardiopatie congenite fetali.


Come si esegue?
Il cardiologo esamina il cuore del paziente, mediante una sonda posizionata sul torace (approccio transtoracico). L'operatore vede le immagini in tempo reale, valuta la situazione cardiaca e può registrare o stampare le immagini più significative. Anche il paziente può vede il suo cuore "in diretta" sul monitor.
I vantaggi dell'ecocardiografia sono molteplici:
• è innocuo, non utilizza emissioni di raggi X o sostanze radioattive,
• è indolore,
• durata variabile da pochi a svariati minuti, soprattutto in presenza di cardiopatie,
• è ripetibile,
• l'attrezzatura utilizzata per l'esame è mobile, facilmente trasportabile,
• fornisce informazioni dell'anatomia e della funzionalità del cuore,
• può essere utilizzato come screening
• è ripetibile ed innocuo anche quando viene eseguito in gravidanza.

In quale misura questo esame dipende dall’esperienza e dalla capacità dell’operatore?
Molto. È un esame che richiede particolare competenza sia per produrre immagini chiare e corrispondenti alla realtà, sia per produrre interpretazioni riflettute, fondate e chiaramente provate.

Che differenza c'è fra un tipo e l'altro di ecocardiogramma?
La qualità dell'immagine ottenuta sul monitor dipende dalla possibilità di penetrazione degli ultrasuoni all'interno del torace. Con gli ecografi moderni si possono eseguire ecocardiogrammi secondo quattro modalità:
1. Monodimensionale (ECOCARDIOGRAFIA M-MODE),
2. Bidimensionale (ECOCARDIOGRAFIA B-MODE)
3. Doppler (ECOCARDIOGRAFIA DOPPLER)
4. Doppler con codifica di colore (ECOCARDIOGRAFIA COLOR-DOPPLER)
• Le prime due forniscono informazioni su dimensioni delle camere cardiache, spessore delle pareti, contrattilità miocardica, anomalie dei vasi venosi ed arteriosi e struttura delle valvole;
• le ultime due, grazie alla tecnica doppler applicata durante l'esame ecocardiografico permettono di valutare il flusso di sangue (direzione e velocità) nelle cavità cardiache e attraverso le valvole e di quantificare le disfunzioni valvolari (stenosi e/o insufficienza).


 

Ecocardiografia Color Doppler

Prova da sforzo

L’ecocardiografia color-doppler è divenuta la maggiore metodologia diagnostica in cardiologia, dato l’elevato contenuto di informazioni, la disponibilità e la

elevata possibilità di espressione.

Ecocardiografia Color Doppler

Prenota un appuntamento

Prenota un appuntamento
Share by: